fbpx
Operato il bimbo dei genitori che si erano opposti all’uso del sangue di vaccinati

Operato il bimbo dei genitori che si erano opposti all’uso del sangue di vaccinati

Il bimbo di due anni per il quale i genitori chiedevano una trasfusione solo con sangue No vax è stato operato martedì all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Per il piccolo, al centro di uno scontro legale tra l’ospedale e la famiglia, il giudice tutelare di Modena ha deciso a favore dell’intervento, spiegando che c’era la garanzia di sicurezza nel sangue, qualunque fosse la provenienza.

Ai genitori era stata provvisoriamente sospesa dal tribunale la potestà genitoriale.L’intervento è andato bene, come confermano i sanitari, e presto il bambino dovrebbe essere dimesso. 

La vicenda – 

Il padre e la madre si erano opposti all’operazione urgente che avrebbe dovuto subire il figlio, affetto da una grave cardiopatite, per “motivi religiosi” e perché non volevano che ricevesse sangue di vaccinati durante le trasfusioni. Alla decisione si era opposto il Policlinico che aveva fatto ricorso e presentato il caso alla Procura dei minori che lo aveva accolto e aveva sospeso temporaneamente la potestà genitorale ai due, consentendo quindi la programmazione dell’intervento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!