web analytics
INFODIVISE > Polizia Penitenziaria > L’Aquila, detenuto al 41Bis aggredisce agenti di Polizia Penitenziaria

L’Aquila, detenuto al 41Bis aggredisce agenti di Polizia Penitenziaria

Polizia penitenziaria Aggressione l'Aquila
Prima di leggere l'articolo lascia un "mi piace" alla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornato sulle ultime notizie

Nella mattinata di sabato, un detenuto 41 bis – tradotto presso il pronto soccorso del nosocomio dell’Aquila per alcuni accertamenti urgenti – ha aggredito fisicamente i poliziotti penitenziari impiegati nella scorta. Gli stessi, successivamente, hanno riportato prognosi e sono stati sottoposti a cure a accertamenti sanitari. 

La solidarietà e vicinanza ai lavoratori coinvolti arriva da Giovanni Mari FP CGIL L’Aquila. “Occorre rafforzare le misure preventive e di sicurezza, al fine di salvaguardare le attività della Polizia Penitenziaria – sottolineano Gino Ciampa e Beniamino Salvi FP CGIL Abruzzo Molise – così da esautorare eventuali e possibili casi analoghi, che potrebbero compromettere l’ordine, la sicurezza e L’incolumità psico-fisica dei poliziotti penitenziari. 

Le aggressioni fisiche e verbali ai danno della Polizia Penitenziaria restano una preoccupante condizione nelle carceri del Paese”.
Conclude Mirko Manna FP CGIL Nazionale, “L’Amministrazione centrale deve garantire dei rigorosi protocolli a salvaguardia della sicurezza, specie quando trattasi di attività delicate e sensibili. Lavoratrici e lavoratori non possono essere esposti a rischi, senza che vi siano adeguati investimenti organici e di risorse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!