fbpx
Il Carabiniere Sebastiano Giovanni Grasso ferito durante rissa dimesso dall’Unità Spinale

Il Carabiniere Sebastiano Giovanni Grasso ferito durante rissa dimesso dall’Unità Spinale

È stato dimesso dall’Unità Spinale Unipolare dell’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania il vice brigadiere dei Carabinieri Sebastiano Giovanni Grasso, effettivo nella Stazione Carabinieri di Aci Sant’Antonio, che il 5 settembre scorso nella frazione anta Maria Ammalati di Acireale intervenì per sedare una rissa tra due famiglie e riportò gravissime lesioni permanenti a causa di un colpo di arma da fuoco da parte di uno dei contendenti, immediatamente arrestato.

Lo rendono noto in un comunicato congiunto il Comando provinciale dell’Arma e l’ospedale Cannizzaro. L’Arma sottolinea inoltre come il vice brigadiere abbia agito con «non comune attaccamento ai più alti valori etici e morali, anche a rischio della propria vita».

Ad accoglierlo fuori dalla struttura riabilitativa i vertici dell’Arma di Catania e i colleghi della Stazione Carabinieri di Aci Sant’Antonio «a testimonianza della ininterrotta vicinanza dell’Istituzione al generoso militare ed alla sua famiglia». Il militare ha concluso un lungo e articolato percorso di riabilitazione, iniziato nella struttura ospedaliera successivamente al primo trattamento della lesione vertebro-midollare.

Dopo la degenza nella Neurochirurgia e un breve ricovero nella terapia intensiva della Rianimazione a seguito di complicanze respiratorie presto superate, il militare è stato preso in carico dall’Unità Spinale Unipolare, dove ha seguito un percorso riabilitativo per il recupero delle funzionalità motorie e respiratorie in parte compromesse dalla lesione midollare. Nella struttura il carabiniere è stato sottoposto a neuroriabilitazione, a terapia occupazionale per il recupero delle abilità necessarie alla vita quotidiana, alla gestione della carrozzina e degli altri presidi che le sue condizioni richiedono, raggiungendo il massimo livello di autonomia compatibile con il danno riportato alla colonna vertebrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!