INFODIVISE > Aeronautica Militare > Aeronautica Militare dotata di nuovi strumenti: ecco a cosa serviranno

Aeronautica Militare dotata di nuovi strumenti: ecco a cosa serviranno

Aeronautica militare
Prima di leggere l'articolo lascia un "mi piace" alla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornato sulle ultime notizie

L’Aeronautica Militare si doterà di nuove strumentazioni che consentiranno di incrementare il livello di sorveglianza, controllo e rilevamenti di movimenti in tempo reale, garantendo una maggiore efficienza del servizio prestato.

Lo ha reso noto la Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (ARMAEREO) dichiarando la necessità dell’acquisto di kit Vortex per i velivoli G550 CAEW dell’Aeronautica Militare.

Nella fattispecie, non saranno solo i Vortex ad essere acquistati. Lo Stato Maggiore Aeronautica ha bisogno, non solo di dotarsi di sei sistemi ricetrasmettitori Vortex, completi di tutti i connettori ed attenuatori, e della relativa documentazione), ma anche di 26 crypto chips SAASM che saranno acquistati con procedura separata.

L’acquisizione rientra nel Programma Dpp 2022-2024 dell’Aeronautica Militare, per il settore del comando, controllo e consultazione.

Sistemi Vortex: a cosa serviranno

Come riporta Aresdifesa.it, il sistema Vortex è previsto come GFE (Government Furnished Equipment) sui velivoli G550 “Green” Base JAMMS destinati al programma CAEW, acquisiti nell’ambito del P.O. 2631 USA.

Progettato per l’uso aereo, di superficie e marittimo, il ricetrasmettitore Vortex a doppia banda fornisce:

  •  Video in tempo reale in pieno movimento ed altri dati per la consapevolezza della situazione;
  •  Il targeting e la valutazione del danno da battaglia (BDA);
  •  La sorveglianza, il relè, le operazioni di sorveglianza dei convogli e altre situazioni da tenere sotto stretto controllo.

In più, i ricetrasmettitori sono capaci di:

  •  Consentire una comunicazione bidirezionale tra la piattaforma ospite ed altre piattaforme compatibili;
  •  Assicurare la piena e completa compatibilità con gli assetti già in possesso della FA;

e sono attualmente utilizzati sui primi due velivoli della flotta CAEW per lo scambio di immagini.

Il Vortex è in grado di:

  •  Trasmettere e ricevere dati analogici e/o digitali contemporaneamente ed è interoperabile con ROVER, CDL, praticamente tutti gli UAV, pod di destinazione e altre forme d’onda;
  •  Trasmettere contemporaneamente dati comuni a più piattaforme utilizzando due canali diversi in una o due bande diverse ed è in grado di ricevere su due diversi canali in una o due diverse bande da un’unica sorgente.

La diversità di banda e canale fornisce ridondanza dei collegamenti, migliore ricezione e resilienza all’ombreggiatura della piattaforma, alle interferenze multipercorso, ai blocchi della linea di vista e alle interferenze RF.

I costi

ARMAEREO affiderà la commessa a L3 HARRIS TECHNOLOGIES INC., la ditta che ha progettato, costruito ed unica fornitrice e manutentrice dei sistemi suddetti, ed è pertanto l’unica Ditta in grado di procedere nell’attività di fornitura degli stessi, assicurando le prestazioni richieste dallo SMA.

La fornitura sarà eseguita a partire dal 2023 e avrà un costo pari a 1,8 milioni di euro.

fonte: www.forzeitaliane.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!